Numero 5 -


Fusioni, evoluzioni interpretative sui test di vitalità per il riporto di perdite ed eccedenze

L’esame della risposta 88 dello scorso marzo fornita dall’agenzia delle Entrate, con la quale è stata riconosciuta la riportabilità delle posizioni soggettive della società partecipante alla fusione che aveva concesso in affitto l’unica azienda e quindi non superava il test relativo al personale, offre l’occasione per ripercorrere ed approfondire il tema della ratio e delle modalità per la disapplicazione dell’articolo 172, comma 7, del Dpr 917/1986 che ha subito una importante evoluzione dall’epoca della sua introduzione nel 1986.

di Simone Buffoni e Antonio Tomassini

Norme e Tributi Mese

Norme e Tributi Mese il primo periodico di approfondimento e dottrina del Gruppo 24 ORE su fisco, contabilità e diritto societario.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader