Numero 10 -


Impresa familiare: i diritti del convivente che partecipa

Con la legge Cirinnà è stato introdotto nel Codice civile l’articolo 230-ter con il quale è stato dato un importante riconoscimento al lavoro prestato dal convivente all’interno dell’impresa dell’altro convivente, purché si tratti di lavoro stabile, vale a dire continuativo e non occasionale. La norma, da un lato, completa il quadro normativo sulle collaborazioni prestate nell’ambito della famiglia, il quale aveva già ottenuto un importante riconoscimento con l’articolo 230-bis in tema di impresa familiare; da un altro lato, risponde all’esigenza di...

di Angelo Busani e Elisabetta Smaniotto

Norme e Tributi Mese

Norme e Tributi Mese il primo periodico di approfondimento e dottrina del Gruppo 24 ORE su fisco, contabilità e diritto societario.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader