Numero 5 -


Ancora incertezze sulla legittimazione del fallito a impugnare gli atti del fisco

La Suprema Corte con una recente ordinanza è tornata a occuparsi della legittimazione del soggetto fallito a impugnare gli atti impositivi: qualora il fallito proponga un giudizio in merito ad un rapporto patrimoniale che sia in abstracto suscettibile di essere compreso nel fallimento, il giudice può rilevare il suo difetto di legittimazione, solo nell’ipotesi in cui gli organi del fallimento, antecedentemente all'instaurazione della causa, abbiano manifestato la loro volontà di interessarsi al rapporto in esame. La pronuncia in questione si pone quasi come un decalogo per gli...

di Fausta Brighenti

Norme e Tributi Mese

Norme e Tributi Mese il primo periodico di approfondimento e dottrina del Gruppo 24 ORE su fisco, contabilità e diritto societario.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader