Numero 2 -


Raddoppio dei termini inapplicabile per l'imposta che non prevede sanzioni penali

L’ordinanza 25975 dello scorso ottobre della Cassazione in materia di recupero a tassazione di somme ai fini di imposte dirette e Iva torna sul tema del discusso strumento del raddoppio dei temini. La consueta prassi dell’agenzia delle Entrate di far ricadere più tributi all’interno dello stesso atto di accertamento non è indicazione di materie fiscali aventi il medesimo trattamento legislativo. Pertanto, nel momento in cui al contribuente siano contestate violazioni che riguardino più imposte è d’obbligo per il giudice chiamato a dirimere la controversia chiarire...

di Roberto Bianchi

Norme e Tributi Mese

Norme e Tributi Mese il primo periodico di approfondimento e dottrina del Gruppo 24 ORE su fisco, contabilità e diritto societario.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader