Numero 10 -


Dalle norme Ue alla legge nazionale l'alternativa tra imposta sul valore aggiunto e di registro

L’imposta sul valore aggiunto si applica in base alle legislazioni nazionali, che devono essere coerenti con il dettato della direttiva, la 2006/112/Ce. La Corte di giustizia ha posto in evidenza che, come esplicitato dalla direttiva, le nozioni rilevanti ai fini Iva sono quelle del diritto comunitario, allo scopo di assicurare l’applicazione uniforme del tributo. Sono pochissimi i casi in cui la norma europea rimanda alla legislazione nazionale per definire le fattispecie. In questo contesto è necessario analizzare il regime italiano dei rapporti tra Iva e imposta di registro....

di Raffaele Rizzardi

Norme e Tributi Mese

Norme e Tributi Mese il primo periodico di approfondimento e dottrina del Gruppo 24 ORE su fisco, contabilità e diritto societario.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader