Numero 6 -


Il deposito fiscale al servizio dei beni nazionali e comunitari

Il legislatore ha dovuto adottare varie cautele per evitare l'utilizzo anomalo della disciplina dei depositi fiscali, istituiti nel 1997 per facilitare il commercio internazionale. L'estrazione di merci verso il nostro Paese vedeva, infatti, l'assolvimento dell'Iva effettuato in ogni caso in reverse charge , cioè con una mera scrittura contabile, in quanto all'imposta dovuta si contrapponeva un computo di segno contrario per lo stesso importo, a motivo dell'esercizio del diritto di detrazione. Ulteriore rischio consisteva nel possibile innesco di una frode carosello, con l...

di Raffaele Rizzardi

Norme e Tributi Mese

Norme e Tributi Mese il primo periodico di approfondimento e dottrina del Gruppo 24 ORE su fisco, contabilità e diritto societario.

Sei un nuovo cliente?

Scopri subito le offerte a te riservate

Acquista

Sei già in possesso di username e password?

loader